Nuova Sabatini ed incentivi

AUTORE

lara

DATA

Febbraio 11, 2024

CATEGORIA
SHARE

La nuova Circolare direttoriale 3 luglio 2023, n.28277:

  • Fornisce informazioni sulla concessione, in seguito al 30 giugno 2023 dei contributi “Nuova Sabatini”, per le imprese dei settori agricoli e della pesca dopo l’entrata in vigore dei nuovi regolamenti di esenzione nel settore agricolo e nel settore della pesca: ABER (2022/2472) e FIBER (2022/2473);
  • Apporta modifiche alla Circolare n. 410823 del 6 dicembre 2022, facendo riferimento ai regolamenti sopra citati e all’aggiornamento delle certificazioni ambientali di prodotto ai fini dell’accesso alla maggiorazione di contributo “green”.

L’agevolazione (messa a disposizione dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy) sostiene con un finanziamento della durata di 5 anni e di importo compreso tra i 20.000 e 4 milioni di euro, che sia interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili, investimenti per acquisti in proprio o tramite leasing di beni strumentali e beni 4.0.

Si rivolge a micro, piccole e medie imprese che alla data di presentazione della domanda:
– Sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese;
– Sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti;
Non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
– Non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà;
– Abbiano sede legale o una unità locale in Italia.

Sono ammessi tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, ad eccezione del settore inerente alle attività finanziarie e assicurative.

La PMI, una volta finito il programma d’investimento e aver saldato i beni oggetto dell’investimento, compila telematicamente, seguendo le procedure del sito (Misehttps://benistrumentali.dgiai.gov.it), la richiesta di erogazione del contributo e la trasmette al Ministero delle Imprese e del Made in Italy con la documentazione relativa alla sussistenza dei requisiti relativi alla dimensione di impresa. Infine si ha l’attivazione delle verifiche successive al pagamento della prima quota di contributo.

Articoli simili