Novità della Legge Capitali

AUTORE

lara

DATA

Giugno 10, 2024

CATEGORIA
SHARE

Nelle società di capitali i soci rispondono per i debiti contratti verso terzi solo per la quota di capitale di loro proprietà. esiste una distinzione netta tra patrimonio della società e il patrimonio dei soci. Per questa ragione la responsabilità dei soci si definisce limitata.

  • si differenziano dalle società di persone, in cui i soci hanno responsabilità illimitata, ovvero sono chiamati a rispondere per i debiti societari anche con il patrimonio personale. 

Esistono 4 tipologie di società di capitali previste dall’ordinamento italiano:

  • s.r.l.s (società a responsabilità limitata semplificata)
  • s.r.l (società a responsabilità limitata)
  • s.a.p.a (società in accomandita per azioni)
  • s.p.a (società per azioni)

CARATTERISTICHE 

  1. autonomia patrimoniale perfetta: risponde alle obbligazioni solo con il suo patrimonio sociale;
  2. personalità giuridica: la società è un soggetto a sé stante rispetto ai soci;
  3. responsabilità limitata: i soci rispondono solo alle obbligazioni nei limiti delle loro quote (o azioni) di partecipazione. il patrimonio personale dei soci non viene intaccato;
  4. amministratore diverso da socio: non è detto che un socio sia anche amministratore;
  5. decisioni collegiali: le decisioni vengono prese a maggioranza, con diritti di voto basati sulle quote (o azioni).

PERSONALITÀ GIURIDICA

le società di capitali sono soggetti distinti dalle persone dei soci, e che quindi il titolare dei diritti e degli obblighi è la società stessa, la quale risponde con il proprio patrimonio e non con quello dei soci.

LA NUOVA NORMATIVA

L’obiettivo della Legge Capitali è di agevolare la crescita del mercato dei capitali italiano favorendo l’accesso e la permanenza delle imprese nell’ambito dei mercati finanziari in modo da fornire alle imprese canali finanziari alternativi rispetto a quello bancario tradizionale.

La legge, inoltre, delega il Governo ad adottare entro dodici mesi uno o più decreti legislativi recanti la revisione del Testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria (D.lgs. 58/1998, “TUF“) e delle disposizioni contenute nel codice civile applicabili alle società quotate.

SRLSRLS
Capitalecapitale sociale massimo senza limitazioni
  • capitale sociale massimo di 9.999,99€
  • per poterlo aumentare è necessario convertire la società in Srl
  • non è possibile conferire in opere e servizi
Capitale minimocapitale sociale minimo 1€capitale sociale minimo 1€
Conferimenti– denaro

-beni

-servizi

in denaro
Statutopersonalizzazione statuto
  • modello ministeriale statuto
  • non modificabile, se non trasformando società in Srl
  • no personalizzazione clausole
  • soci devono sottostare a regole predefinite per la gestione della società
Socipersone fisiche

persone giuridiche

solo persone fisiche
Notaiospese notarili di circa 1500-2000€spese notarili assenti
Diritti cameralidiritti camerali, tra i 130-150€ (ridotti per la innovativa)diritti camerali, tra i 130-150€
Imposta di registro200€200€
Bolloè necessaria la marca da bollo di 16€spese per bolli assenti

NOVITA’ INTRODOTTE DALLA NORMATIVA (per s.r.l.s e s.r.l)

La società a responsabilità limitata semplificata è una forma di s.r.l. la cui costituzione è agevolata dal punto di vista dell’ammontare del capitale sociale necessario (inferiore a € 10.000,00) e dei costi da sostenere e può essere costituita con contratto o atto unilaterale da qualsiasi persona fisica a prescindere dall’età anagrafica (art. 2463 bis c.c.).

  1. PREMESSA: obiettivo di favorire l’accesso soprattutto dei giovani all’esercizio dell’attività di impresa. Prima era riservato soltanto alle persone fisiche di età inferiore ai 35 anni.
  2. MODALITA’ DI COSTITUZIONE: L’atto costitutivo della società deve essere redatto per atto pubblico, conforme al “modello standard”  inderogabile, adottato con apposito decreto del Ministro della giustizia, con il Ministro dell’Economia e delle finanze e con il Ministero dello sviluppo economico.
  3. CAPITALE SOCIALE E CONFERIMENTI:  l’ammontare del capitale sociale della s.r.l.s. non solo deve essere pari ad € 1,00 ed inferiore all’importo di € 10.000,00, ma deve essere altresì interamente versato e sottoscritto alla data della costituzione della società. È inoltre necessario che nell’atto costitutivo della società venga indicata la quota di partecipazione al capitale di ciascun socio.
  4. QUOTE SOCIALI E CESSIONE: la cessione delle quote sociali di una s.r.l.s. è indubbiamente valida ed iscrivibile nel Registro delle imprese, ma la conclusione di una simile operazione determina la perdita da parte della società della sua natura di società a responsabilità limitata semplificata e la consequenziale acquisizione della natura di s.r.l. “ordinaria”.
  5. FUNZIONAMENTO E AMMINISTRATA: si ritiene pertanto che l’amministrazione della s.r.l.s. possa essere affidata sia ai soci sia anche a soggetti terzi.
  6. IL RUOLO DEL NOTAIO NELLA COSTITUZIONE DELLA SOCIETA’ E LE AGEVOLAZIONI IN MATERIA DI SPESE: Al notaio sarà rimesso il compito non solo di accertare la sussistenza dei requisiti di capacità personale dei soci, ma anche di verificare la presenza dei requisiti di legge previsti per la costituzione della compagine sociale. Inoltre, sono previste agevolazioni per la concessione del credito da parte delle banche a quei giovani di età inferiore ai 35 anni che intraprenderanno un’attività di impresa attraverso la costituzione di una società a responsabilità limitata semplificata.
  7. ENTRATA IN VIGORE: Lo statuto avrebbe dovuto essere approntato entro il 23 maggio 2012, ma tale termine non è stato rispettato, tanto è vero che si è dovuto attendere sino all’emanazione del regolamento del 23 giugno 2012 pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 14 agosto 2012 per l’effettivo e concreto ingresso nel nostro ordinamento giuridico della società a responsabilità limitata semplificata.